martedì 6 settembre 2011

Acqua?...NO!grazie!!!!

In realtà avrei voluto scrivere questo post prima di andare in vacanza, ma non ho fatto in tempo...il giorno prima della partenza sono andata in farmacia a comprare qualche sondino nel caso il topastro ne avesse avuto bisogno visto che erano 2 gg che non faceva la cacca ed ecco la conversazione che ho avuto con la farmacista:

IO: " Buongiorno, vorrei dei sondini"
  FARMACISTA: " Certo, ma il tuo bimbo è stitico?"
IO: "Normalmente no, ma combinazione sono due giorni che non la fa e siccome dobbiamo partire..."
  FARMACISTA: "Sai, è anche il caldo, ma gliela dai un pò d'acqua   da bere?"
IO: "No, con l'allattamento al seno è sufficiente il latte!!!"
  FARMACISTA: "No,No,No!queste sono le nuove teorie che proprio non capisco!!...ecco perchè è stitico!!!i neonati hanno bisogno dell'acqua! Insomma, il latte non può dissetarli...ti lascia quel gusto in bocca!"
IO: "Ma veramente il latte è composto per la maggior parte d'acqua"
  FARMACISTA: "Cosa centra!...vedrai come gli piace e poi quelle sono teorie, io ho l'esperienza con i miei figli e non gli ha davvero fatto male un pò d'acqua, anzi!"
IO:" Mi spiace, ma non sono daccordo, grazie comunque, arrivederci!"

Ovviamente quando sono uscita dalla farmacia avevo i capelli dritti e mi usciva il fumo dalle orecchie...mi sono dovuta trattenere perchè c'era troppa gente. Purtroppo, come è capitato a me, poteva capitare a qualsiasi mamma e magari "quella mamma", presa dai dubbi, avrebbe dato l'acqua al suo bambino anche se non necessaria!
Ovunque troverete chi  vi offre consigli senza nessuna base scientifica, ma basati esclusivamente sull'esperienza personale...certo, i figli della farmacista non sono morti per un pò d'acqua perchè grazie al cielo da noi si usa l'acqua minerale...ma se lo stesso "CATTIVO CONSIGLIO" l'avesse dato ad una mamma africana (visto che lì fa davvero caldo!!), nel cui paese milioni di bambini  muoiono ogni giorno per infezioni causate da acqua non potabile e invece sopravvivono proprio grazie all'allattamento materno, cosa pensate sarebbe successoi???

Queste "teorie", così come le ha definite la farmacista, sono frutto di studi durati anni e il nascondersi dietro al "Ai miei tempi si faceva così..." non ci porterà da nessuna parte.
Per cui, cercate di chiedere consigli a persone competenti e applicate sempre e comunque il vostro buon senso.

Per quanto riguarda l'ACQUA, ribadisco che fino all'introduzione di cibi solidi (svezzamento) non è necessario somministrarla sotto alcuna forma (neanche camomille o finocchietti vari) in quanto nel latte c'è n'è la quantità giusta per il fabbisogno del vostro bambino. Questo vale anche in piena estate, tenendo conto che il neonato eventualmente richiederà di attaccarsi più spesso non solo per fame ma anche per la sete!


Ah, per la cronaca, Fabio, usciti dalla farmacia, ha fatto una marea di cacca!...e in tutta l'estate non ha avuto nessun problema di stitichezza!!! :)

9 commenti:

olmo ha detto...

Brava sorellina e complimenti per questo Blog interessantissimo e immagino utilissimo per un sacco di Mamme che purtoppo non nascono imparate...brava brava brava

Olmo ha detto...

cmq "non ho parole" sul Farmacista...lasciamo perdere perchè le parolacce nei Blog non si possono mettere...eh eh eh...

Tiz ha detto...

Sai qual'è il problema? Che in teoria il farmacista dovrebbe essere una persona competente... Quindi se un'altra mamma si sente fare questo discorso non avrebbe motivo di dubitare della sua correttezza...
Proprio un paio di giorni fa ho trovato questo: http://progettofaam.org/ Magari al tuo farmacista farebbe bene un corso di aggiornamento!

Monica Jay ha detto...

Ho i brividi se penso che tre pediatri su tre mi hanno detto di non dare acqua al mio piccolino - anche se lo sapevo già dal nido in ospedale - e poi arriva un farmacista (generico e superficiale per definizione) che si alza a specialista sulla nutrizione infantile. Altro che un corso di aggiornamento! qui ci vuole un'interdizione legislativa che impedisca a 'sti 4 spaccia-medicinali di dare consigli se non qualificati in merito.

Anonimo ha detto...

Ciao! blog molto interessante, complimenti! Riguardo l'acqua, pensa che mia mamma e mia nonna (ormai ultranovantenne..) mi hanno sempre detto 'Hai dato da bere a uqesto povero bambino? avrà sete,sai, i bambini hanno sempre sete'. Non esagero se dico che questa frase l'avrò sentita almeno 2 volte al giorno dalla nascita dei pupi ... Io ho inizialmente tentato di contestare, attenendomi alle indicazioni della pediatra e dell'ostetrica, poi ho semplicimente evitato di ascoltarle. Mi chiedo però come mai questa storia che i bambini hanno sete sia così diffusa sebbene non sia vera. Qualche idea?
Saluti e complimenti ancora!
Kathy

Daria ha detto...

Sono assolutamente daccordo con voi!è proprio il fatto che fosse una "farmacista" a dire quelle cose che mi ha fatto preoccupare, oltretutto lei sapeva benissimo che io sono un'ostetrica e che mi occupo proprio di allattamento, ma nonostante questo ha continuato a insistere!!
E pensate che esistono ancora dei PEDIATRI che consigliano acqua e camomille varie!!!purtroppo tutti i giorni è una lotta...ma noi non molliamo!!!

Daria ha detto...

Grazie Kathy!ti capisco...purtroppo anche le nonne fanno la loro parte!...questa storia dell'acqua penso sia nata un pò dall' ignoranza (come anche quando sento dire che "forse il latte è povero",cosa assolutamente assurda!!!) e sopratutto con la commercializzazione delle "acque minerali" perchè ovviamente è sempre una questione di soldi...pensa a proposito, che l'Italia è ancora uno dei pochi paesi nei quali si usa l'"acqua minerale" per diluire il latte in polvere...ti consiglio questo articolo di UPPA!!!

http://www.uppa.it/dett_articolo.php?ida=581&idr=40&idb=59

ciao,Daria

Anonimo ha detto...

Ciao,

Sono Stefania, e mi è successo proprio domenica che alla domanda se davo acqua alla mia cucciola (4 mesi fatti il giorno prima) io ho risposto "no, c'è il latte" e sono stata guardata come una madre che tortura di sete la propria figlia. Seguita dalla domanda: ma ogni quanto la allatti, quante volte al giorno? e io "non lo so, non le conto. Quando lei ha bisogno" Altro sguardo di compatimento... se arrivava la mitica frase "ai miei tempi", probabilmente avrei risposto che per fortuna sono passati.

Ciao

Anonimo ha detto...

Ciao,
riapro un tema dell' anno scorso ma ancora attuale, sopratutto con il caldo :) Vorrei rispondere al Anonimo che chiedeva perché sia così diffusa la storia che i bambini che hanno sete... quando hanno introdotto il latte artificiale i neonati hanno avuto bisogno di acqua perché il latte artificiale non disseta. Il latte materno non è sempre uguale al inizio della poppata ha meno grassi e disseta verso, la fine della poppata ha più grassi e sazia il bambino. Il latte artificiale no, ha sempre lo stesso contenuto di grassi e i neonati hanno bisogno di un aggiunta di acqua per dissetarsi. I bambini allattati di solito d'estate fanno più poppate ma brevi, proprio per bere di più.

Vorrei anche aggiungere che il latte materno disseta più del acqua perché contiene anche i sali minerali - è più simile al gatoreade che all' acqua. I sali minerali sono fondamentali per dissetarci, anzi l'acqua distillata è senza minerali ed è estremamente dannosa per il nostro organismo.

Ciao
Maja

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...